22 Luglio 2024

Le mie note:

Ho sempre bistrattato la Barbera, forse troppo preso dal suono delle fanfare ipnotiche che tipicamente accompagnano la generosa offerta della terra piemontese, che continuo ad apprezzare nella stragrande maggioranza delle sue sfaccettature.

Mi sono reso conto che con la barbera è sempre stata un po’ questione di maturità, un po’ come il caro bel divano di casa dopo le 20 di sera, che più passano gli anni più vince senza storia su quelle serata caotiche che ci hanno reso mitiche le serate di tempo fa. Più o meno nella stessa maniera mi accorgo che la barbera ti accarezza senza presunzione, con la consapevolezza di avere tutto quello che serve per accompagnare la mente, lo spirto, le cene e le chiacchiere, come un vecchio amico, come un discorso che nel giro di qualche anno, passato alla velocità della luce, passa dal sembrare patetico nel pensiero di un adolescente al diventare ricorrente con qualche ruga sulla fronte. Non gli manca niente, è umile e potente, narciso ma non troppo, elegante, suadente, importante ma non sbruffone, un buon amico fidato.

In questo Nizza, Oddero, non proprio l’ultima arrivata, ha fatto un ottimo lavoro. Calice luminoso, del più bel color rubino, con indomita consistenza, si affaccia al naso su note fruttate, di ciliegia sotto spirito, amarena, arancia sanguinella, ma anche cacao, tabacco, caffè e qualche piccolo cenno etereo, incipit di quello che sarà e che ancora non è. Sorso rilassante, rinvigorente, rigenerante, che rapidamente affianca alla freschezza un tannino già grande, una sapidità prorompente e una grande persistenza. Fantastico il ritorno retrolfattivo, che riporta quelle stesse note di caffè, cacao e tabacco che già tanto furore hanno fatto al naso.

Una gran bella barbera defaticante, degna espressione del Monferrato, che d’altronde anche l’Unesco ha gratificato a dovere. Sono al secondo calice, chissà se domani potrò goderne ancora.

Degustazione:

Alla vista è rosso rubino, luminoso e consistente.

All’olfatto è intenso, ampio, di qualità fine.

I primi cenni sono di frutta rossa matura, ciliegia sotto spirito, amarena, un tocco agrumato asprigno, un cenno di carrubo. Seguono note di caffè tostato, caco amaro, tabacco toscano, pepe e un tocco etereo e minerale.

Sorso secco, caldo, morbido, sapido, fresco con un tannino levigato e maturo. Robusto, è intenso, persistente e armonico. Pronto, con un radioso futuro davanti a se.

Compagno ideale di piatti dalla grande consistenza, carni rosse, carni in umido, formaggi stagionati, formaggi e pasta molle e, sicuramente, tutto il mondo enogastronomico piemontese.

DenominazioneNizza DOCG
CantinaOddero
TipologiaRosso fermo
Annata2018
VitignoBarbera 100%
Zona di produzioneNizza Monferrato
Vinificazione e affinamentoRaccolta manuale e selezione delle uve, fermentazione e macerazione di circa 15 giorni in acciaio inox. Maturazione in botti di rovere per sedici mesi.
Tenore alcolico14,5 % vol
Prezzo medio20 €
AbbinamentoPiatti ricchi, carni rosse, formaggi a pasta molle, formaggi stagionati. Compagno ideale delle specialità piemontesi quali brasato, bollito, tartare di fassona, bagna cauda…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *