7 Agosto 2022

La bella Italia nei migliori “20 under 20”

Anche quest’anno l’Italia si è affermata con ottimi risultati nella classifica redatta da Eric Asimov, autorevole e stimato critico del New York Times, dei “20 under 20”. Asimov redige questa particolare classifica con l’obiettivo di esaltare la cultura del bere bene anche senza spendere cifre esorbitanti, portando alla ribalta prodotti fortemente caratteristici dei territori di riferimento. Come riporta il critico, la selezione è frutto di un’attenta analisi effettuata su acquisti online tratti in Gennaio sui principali online store di Manathan, con l’obiettivo di ricercare vini non dal grande valore economico bensì dall’elevato impatto emozionale e dall’esemplare trascrizione dei sapori e dei profumi dei luoghi che li hanno plasmati.

Asimov sottolinea come “Il buon vino ha il potere di trasportare” e che “con molte persone in gran parte confinate all’interno dei loro confini nazionali, il vino offre ancora l’opportunità di assaggiare il mondo”.

L’Italia è rappresentata con ben sei etichette che riportiamo di seguito:

  • In una posizione di grandissimo prestigio abbiamo il Calabria vino rosso 1480 L’inizio 2015 della Cantina Odoardi;
  • Al sesto posto in classifica troviamo il Cataratto Masso 2018 del Feudo Montoni di Cammarata di Sicilia;
  • La tredicesima posizione è riservata al Bianco di Gino della Fattoria San Lorenzo di Montecarotto delle Marche;
  • Quindicesima piazza per il Torrette 2019 della cantina Grosejan in Valle d’Aosta;
  • Sedicesima posizione per il Dolcetto d’Alba 2019 di Cascina Fontana.

Per la selezione completa e le interessanti valutazioni riportate per ogni vino dal critico vi rimandiamo all’articolo completo riportato sulla testata New York Times, reperibile qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.