19 Maggio 2024

Come d’incanto – Cantine Carpentiere

Le mie note:

Come d’incanto, quasi per magia, più per tenacia, tecnica e lungimiranza, un blanc de noirs che viaggia mistico tra sorpresa e fascino.

Ci vuole fegato a tirar fuori un giochetto del genere, ma appartiene anche questo, grazie a Dio, al nuovo percorso di crescita del mondo enologico pugliese, che continua a concentrare i proprio sforzi su una metamorfosi del risultato finale sempre più virante verso eleganza e personalità.

Il protagonista è il nero di troia, tipicamente in abito scuro, serio, professionale che in questa bottiglia si veste casual, ma dalla innata personalità.

Questa volta non sono protagonisti il rosso rubino impenetrabile, i frutti rossi, il tannino duro da domare, bensì un giallo paglierino di incredibile luminosità, un bouquet aromatico che spazia dagli agrumi, al frutto a polpa bianca, con un vago ricordo di mora, firma d’autore del vitigno, fino ad arrivare a note dolci di miele e mela cotogna. Il sorso è vibrante, secco, acido, lungo. Lo strapotere tannico del nero di troia qui si palesa come morbidezza e corpo, anche se, con un pò di pazienza, un ricordo di tannino leggerissimo c’è, come la firma su un quadro che si confonde tra la pennellate.

La vita è fatta di scelte, alcune facili, altre impossibili. Sono le scelte che delineano gli eventi, sono le scelte che portano ai risultati, belli o brutti che siano. Grazie a Cantine Carpentiere per avere osato nella scelta, producendo quello che per la mia famiglia è diventato uno tra i vini preferiti in assoluto.

Degustazione:

Alla vista è giallo paglierino, cristallino, di decisa consistenza.

All’olfatto è intenso, ampio, di qualità fine. Si presenta deciso un agrume di grande succosità, seguito da sentori di pera williams e dattero. Sullo sfondo le note vegetali lasciano presto spazio a nuances dolci di miele e melacotogna. Interessante la chiusa floreale, che ricorda il sambuco e la margherita.

Il sorso è secco, caldo, morbido, fresco e abbastanza sapido. Robusto e di grande intensità, rimane in memoria per persistenza ed eleganza.

Equilibrato, sfiora le vette dell’armonia.

E’ il compagno ideale per pietanze mediamente strutturate con basi marinare e/o di carni bianche.

DenominazioneVino Bianco
CantinaCantine Carpentiere
TipologiaBlanc de noir fermo
Annata2022
VitignoNero di Troia
Zona di produzioneCastel del Monte
VinificazioneNessun contatto con le bucce. Le uve, giunte a perfetta maturazione, vengono raccolte manualmente, selezionando già in vigna solo i grappoli migliori. Poi, per dare inizio alla fase di fermentazione, vengono usati solo lieviti autoctoni, ossia presenti naturalmente sulle uve. Vinificazione in acciaio, a bassa temperatura, per salvaguardare al meglio i delicati profumi.
AffinamentoSolo acciaio e poi bottiglia
Tenore alcolico13,5% vol
Prezzo medio11 €
AbbinamentoCucina marina di media complessità, formaggi freschi o mediamente stagionati, prodotti da forno, uova e torte salate, carni bianche.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *