7 Agosto 2022

La bella Italia e il miglior Sud!

Quanta Italia in questa Top 100 2020 di Wine Spectator!

E’ stata svelata ieri, 14 dicembre, la selezione dei primi 100 vini al mondo secondo la più importante classifica del settore. Come dichiarato dagli organizzatori, la selezione dà priorità alla qualità (basata sul punteggio fornito dagli esaminatori), al valore (basato sul prezzo medio) e alla disponibilità (calcolata in funzione del numero di pezzi prodotti o importati negli stati uniti). Viene espressamente indicato che la lista non potrà essere considerata una sorta di “lista della spesa”, anche perché non tutte le etichette sono disponibili nei vari mercati, bensì una guida alle migliori espressioni dei territori e ai migliori produttori che quotidianamente trasmettono passione con i loro prodotti.

Le etichette italiane entrate a far parte di questa prestigiosa classifica sono 18, di cui ben 2 nella top 10, ossia lo storico Brunello “Le Lucére 2015” dell’azienda San Filippo e il Barolo 2016 Massolino. Grande presenza del Chianti classico con ben 3 espressioni nella top 100, seguito dal Brunello di Montalcino 2015 con 2 etichette.

L’aspetto che più colpisce è sicuramente l’eterogeneità delle espressioni premiate sul territorio italiano, dal Trentino alla Puglia, passando per l’immensa Toscana inclusa in tutte le sue nobili espressioni, il Piemonte, il Veneto, la Basilicata…

Di seguito l’elenco completo dei 18 vini italiani entrati nella classifica:

Pos.Cantina
3 San Filippo Brunello di Montalcino Le Lucére 2015
7 Massolino Barolo 2016
11 Castello di Volpaia Chianti Classico Riserva 2016
13 Tolaini Cabernet Sauvignon Toscana Legit 2016
16 Caprili Brunello di Montalcino 2015
20 Caiarossa Toscana Pergolaia 2016
24 Produttori del Barbaresco Barbaresco Rabaja Riserva 2015
32 Foradori Manzoni Bianco Vigneti delle Dolomiti Fontanasanta 2018
36 Marchesi de’ Frescobaldi Chianti Classico Tenuta Perano 2015
39 Boscarelli Vino Nobile di Montepulciano 2016
47 Vietti Barbera d’Asti Tre Vigne
49 Istine Chianti Classico 2016
54 Travaglini Gattinara 2015
70 Suavia Soave Classico Monte Carbonare 2017
74 Jermann Pinot Grigio Friuli 2017
82 Tormaresca Primitivo del Salento Torcicoda 2016
96 Tenuta San Leonardo Sauvignon Blanc Vigneti delle Dolomiti Vette 2018
99 Grifalco della Lucania Aglianico del Vulture Gricos 2017

Vogliamo fare una menzione d’onore per due realtà che hanno portato il Sud sul tetto del mondo, grazie alla caparbietà di chi crede quotidianamente nelle espressioni di questo territorio.

Una di queste è Tormaresca, grande cantina Pugliese, di proprietà della famiglia Antinori, che con il suo primitivo Torcicoda 2016 è presente per la seconda volta nella Top 100 wine spectator, confermando l’importanza del lavoro di qualità di questa azienda che continua a stupirci con la stoffa dei suoi prodotti. Altrettando di rilievo il risultato della Grifalco vini, con il Gricos 2017, espressione nobile di una terra sorprendente, capace di dare frutti di indubbio valore e di indomita eleganza.

Siamo sicuri che queste realtà fungeranno da traino ideale per tutto il movimento enologico del sud Italia, già in forte e costante crescita.

Ci auguriamo di poter a breve degustare alcuni di questi gioielli e magari cercare le peculiarità che hanno permesso un così importante risultato per tutta l’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.